Articolo in Rilievo

Renzetti, la prima volta da ex: “A Padova una tifoseria importante, ho ricordi molto belli della gente e della città”

0
Renzetti, la prima volta da ex: “A Padova una tifoseria importante, ho ricordi molto belli della gente e della città”
PADOVA È stato il calciatore biancoscudato più presente in serie B degli ultimi 20 anni. Domani sera Francesco Renzetti troverà per la prima volta il Padova da avversario, dopo quattro stagioni, 140 presenze in campionato e un addio piuttosto traumatico. La colonna della fascia sinistra ha cambiato aria la scorsa estate, svincolandosi a parametro zero, dopo aver declinato la proposta di rinnovo arrivata a gennaio, e firmando a luglio con il Cesena. Lasciando un’eredità che, visto il traballante avvio di campionato, dev’essere ancora raccolta. leggi tutto…

Terzo Compleanno Cral Acap, Melchiorri:”Esterno di centrocampo?Se c’è bisogno sono prontissimo…” Carini:”Che carattere a Bari!”

0
Terzo Compleanno Cral Acap, Melchiorri:”Esterno di centrocampo?Se c’è bisogno sono prontissimo…” Carini:”Che carattere a Bari!”

«Se la prende Melchiorri è gol». È un coro spontaneo quello lanciato dalla cinquantina di tifosi del club Cral Acap, che martedì sera ha festeggiato il terzo compleanno in un ristorante dell’Arcella. Ospiti d’onore il difensore biancoscudato Filippo Carini e proprio il centravanti Federico Melchiorri, che quasi arrossisce di fronte a tanto affetto. Sono lontani veleni e tensioni che stanno circondando la società, i tifosi hanno voglia di gol e l’hanno urlato a gran voce. «Ormai non segno da un mese e devo dire che mi manca tantissimo», ha confessato Melchiorri. «Spero di timbrare il cartellino già sabato contro il Crotone e ripagare la fiducia di questi tifosi che continuano a riempirmi d’affetto». La vera novità, però, è che Bortolo Mutti, dopo averlo inserito nella ripresa a Bari come esterno di centrocampo, lo sta provando insistentemente ancora in questo ruolo e contro i calabresi sembra destinato a giocare defilato. leggi tutto…

Mattino, Cuffa al San Nicola ritrova il suo vecchio presidente del Castellaneta Piero Musci: “lo tirai su a carne di cavallo”

0
Mattino, Cuffa al San Nicola ritrova il suo vecchio presidente del Castellaneta Piero Musci: “lo tirai su a carne di cavallo”

BARI (…) Il post partita di Bari-Padova ha regalato una storia di calcio e grande umanità. Il protagonista è il beniamino dei tifosi biancoscudati, Matias Cuffa, l’esempio tipico, se ce n’è uno, del giocatore che si è fatto da sé, arrivando in alto solo grazie a grinta e determinazione fuori dal comune. Siamo alle battute finali della partita quando un signore di mezza età, nella tribuna centrale del “San Nicola”, riconosce l’accento veneto e si avvicina ad un gruppo di tifosi. Sono sette fedelissimi padovani, ai quali l’interlocutore chiede se sia possibile avvicinare, prima della partenza del pullman, il capitano della squadra. leggi tutto…

Il Mattino, tifosi: A Villa del Conte il biancoscudo coinvolge tutti, pure il parroco

0
Il Mattino, tifosi: A Villa del Conte il biancoscudo coinvolge tutti, pure il parroco
VILLA DEL CONTE Il viaggio de Il Mattino di Padova all’interno del tifo organizzato biancoscudato prosegue nel profondo nord della provincia. Quella che nel corso degli anni ha rischiato di essere una zona fertile per attirare le simpatie calcistiche verso Cittadella si conferma, invece, come una roccaforte del Padova. Stiamo parlando di Villa del Conte, paese di poco più di 5mila abitanti e che da due anni a questa parte è sede dell’omonimo club affiliato all’Aicb. leggi tutto…

Mattino di Padova: Appiani sepolto a Padova? No, i suoi resti a Redipuglia

0
Mattino di Padova: Appiani sepolto a Padova? No, i suoi resti a Redipuglia

Fonte |  Furio Stella per Il Mattino di Padova

Dov’è sepolto Silvio Appiani? Non nella tomba di famiglia al cimitero di Chiesanuova. E nemmeno a Vicenza, dove l’attaccante del Padova d’inizio secolo, alla cui memoria è intitolato il vecchio stadio cittadino, era nato nel 1894, bensì a Redipuglia. Sì, proprio nel Sacrario Militare in provincia di Gorizia che raccoglie i resti dei caduti della Prima Guerra Mondiale, in una delle due grandi tombe comuni dove riposano, assieme a lui, le salme di altri 60 mila soldati (su 100 mila sepolti) mai identificati e dunque senza nome. È questa la clamorosa conclusione a cui è arrivato, dopo più di un anno di meticolose indagini, il Commissariato generale per le Onoranze dei caduti in guerra, che ha sede a Roma presso il Ministero della Difesa. Indagini sollecitate nel 2012 proprio dalla famiglia Appiani per accertare se davvero il loro parente più famoso riposa nell’ossario di famiglia, dove comunque una targa con il suo nome lo ricorda, oppure no. «Mio nonno diceva che sarà senz’altro sul Carso perché è morto lì, ma fino ad oggi non ne eravamo sicuri», dice Francesca Appiani, la nipote di Silvio, che i tifosi del Padova ricorderanno per la sua strenua difesa condotta alcuni anni fa contro l’allora ventilato abbattimento dello stadio di via Carducci che porta il nome del suo pro-zio. leggi tutto…

Padova-Virtus Entella, il ritorno di Cesar: “Sarò emozionato, spero i tifosi biancoscudati mi abbiano perdonato”

0
Padova-Virtus Entella, il ritorno di Cesar: “Sarò emozionato, spero i tifosi biancoscudati mi abbiano perdonato”

Questa sera scatta la Coppa Italia, Padova-Virtus Entella, la prima ufficiale del Padova 2013-2014 con Dario Marcolin in panchina. Con la maglia del club ligure torna per la prima volta da avversario all’Euganeo Cesar, che non ha mai dimenticato gli anni vissuti a Padova in maglia biancoscudata leggi tutto…

Morto a 33 anni Francesco Bertocco, il capitano del Mestrino

0
Morto a 33 anni Francesco Bertocco, il capitano del Mestrino

MESTRINO. Lutto nel mondo del calcio dilettantistico padovano: è morto nella notte il capitano del Mestrino Francesco Bertocco.
Nato l’11 gennaio 1980, aveva 33 anni ed era diventato papà di una bambina da appena 25 giorni. Abitava con la sua famiglia a Rubano.
Solo due settimane fa, gli è stato diagnosticato un male che non perdona. Ieri sera le sue condizioni si sono rapidamente aggravate ed è spirato.
(…)
Francesco Bertocco, per la sua tecnica e le grandi doti umane, era diventato l’uomo-simbolo della prima squadra, che milita nel campionato di Promozione. leggi tutto…

Trevisan al corso per come utilizzare il defibrillatore

0
Trevisan al corso per come utilizzare il defibrillatore

C’era anche Trevor Trevisan, il capitano del Padova, insieme a Federico Agliardi, oggi al Bologna ma ex biancoscudato, a Gianpaolo Bellini (Atalanta) e a Marco Amelia (Milan), oltre al direttore generale dell’Assocalciatori Gianni Grazioli, al primo corso di formazione del Primo Soccorso Sportivo Defibrillato per calciatori professionisti. Coordinato dal presidente della Federazione Medico-Sportiva italiana Casasco e dal responsabile medico dell’Aic Piero Volpi, il corso si è svolto ieri presso l’Istituto di Medicina dello Sport di Milano e a tenere le lezioni sono stati Vincenzo Pieracitano, Guido Villa, Paolo Marzollo e Marcello Ghizzo. Ai calciatori partecipanti sarà rilasciato un attestato di partecipazione, che certifica ed autorizza l’intervento di primo soccorso sportivo e l’utilizzo del defibrillatore. Damiano Tommasi, presidente Aic, intende coinvolgere il maggior numero di calciatori, dalla serie A alla Lega Pro. leggi tutto…

Michel Kreek: “Lo spareggio e la telecronaca di Fattori mi emozionano sempre. Seguo il Padova su internet e youtube”

0
Michel Kreek: “Lo spareggio e la telecronaca di Fattori mi emozionano sempre. Seguo il Padova su internet e youtube”

La sorpresa più gradita per i tifosi del Padova è stato il ritorno in Veneto di Michel Kreek, autore del rigore decisivo nello storico spareggio di Firenze contro il Genoa. (…)

Cosa fa in Olanda?

«Sono responsabile delle giovanili, dall’Under 13 all’Under 16 dell’Ajax da sette anni. Dal prossimo farò il responsabile di un club satellite dei lancieri, l’Almere. Allenerò la Primavera. L’Almere è una squadra che gioca in serie B olandese. Allenare i ragazzi mi piace. L’idea mi è cresciuta dentro negli ultimi anni di carriera».

Quando giocava con il Padova ha regalato grandissime emozioni ai tifosi biancoscudati.

«Anch’io conservo bei ricordi di quel periodo. A Padova ci torno ogni anno per trascorrere almeno un weekend. Mi sono trovato benissimo qui. Ora sto facendo esperienza e nel futuro, chissà, sarebbe bello, un giorno, allenare il Padova. Sarebbe un sogno, ma trovare spazio in Italia è sempre difficile». leggi tutto…

Crac Bernhadsson, ex moglie in tribunale

0
Crac Bernhadsson, ex moglie in tribunale

È scappato da ormai sei anni per tornare nella natìa Svezia, lasciandosi alle spalle una scia di debiti. Figurarsi se si è mai preoccupato di presentarsi al processo davanti al tribunale di Padova che dovrà giudicarlo, appunto, per bancarotta fraudolenta (deve rispondere di essersi intascato oltre 174 mila euro) e documentale per aver reso impossibile la ricostruzione di tutta la contabilità e il movimento affari della sua ditta, J&D Royal srl, poi fallita. Lui è Jens Christian Bernhardsson, 41 anni, noto come “mister sponsor” quando, dal suo arrivo nella città del Santo nel 2003 fino a poco prima della fuga, il suo nome era associato al Calcio Padova (di cui è stato vice-presidente), alla pallanuoto e al volley (che ha copiosamente finanziato) oltreché al palasport San Lazzaro, denominato in suo onore “Pala Bernhardsson”. leggi tutto…

Oggi all’Euganeo il Padova sfiderà l’Abano dell’ex Eder Baù, calcio d’inizio ore 14.30

0
Oggi all’Euganeo il Padova sfiderà l’Abano dell’ex Eder Baù, calcio d’inizio ore 14.30

Il Padova lascia momentaneamente Bresseo, e oggi si trasferisce allo stadio Euganeo per giocare un’amichevole contro l’Abano dell’ex Eder Baù, formazione dilettanti che milita nel campionato di Eccellenza. Fischio d’inizio alle 14.30: l’ingresso sarà gratuito per tutti i tifosi e si potrà accedere solo al settore Tribuna ovest attraverso il varco C, posizionato di fronte al parcheggio. Per i biancoscudati si tratterà del primo test di questa preparazione invernale, l’occasione per cominciare a riprendere il ritmo-partita in vista del primo impegno ufficiale di campionato, in calendario tra dieci giorni sullo stesso campo contro il Livorno. Curiosità attorno al modulo che mister Colomba proverà e ai giocatori che lo interpreteranno sul campo: nel corso della seduta di ieri si è rivisto lo schema a tre per il centrocampo, quello verso cui l’allenatore sembra orientato. Oltre che in allenamento, ci sarà tempo di testare i nuovi meccanismi anche nella partitella in famiglia già programmata per sabato 19 alle ore 11 a Bresseo, partitella anticipata al mattino visto che sullo stesso terreno si disputerà nel pomeriggio Padova-Sassuolo del campionato Primavera. leggi tutto…

Il Mattino, Babacar: “Sono pronto, voglio tornare il Baba che tutti conoscevano!”

0
Il Mattino, Babacar: “Sono pronto, voglio tornare il Baba che tutti conoscevano!”

«Baba O’Riley era un ragazzo che si era fatto da sé», cantavano gli Who. Voleva far sentire le sue ragioni, cercava la felicità. Babacar, il talento del Senegal che spesso passa per un giovanotto dalle enormi potenzialità ma dal carattere non semplice, è ancora tutto da scoprire. E non vorrebbe che di lui si parlasse come di un nuovo Balotelli: «Indisciplinato io? Non credo proprio», esclama meravigliato. Di Balotelli ha solo il colore della pelle e il numero di telefono. A volte si sentono, ma caratterialmente sono agli antipodi: «Non ho mai mancato di rispetto a nessuno, cerco di essere positivo con tutti: un ragazzo tranquillo, a cui piace starsene a casa. Mario mi ha mandato la foto della sua nuova acconciatura biondo ossigenato: non me li farei mai così, per carità!». leggi tutto…

Il preparatore atletico Bartoli e la tabella di marcia: “Due allenamenti al giorno” Il 16 amichevole con l’Abano di Baù

0
Il preparatore atletico Bartoli e la tabella di marcia: “Due allenamenti al giorno” Il 16 amichevole con l’Abano di Baù

PADOVA Juri Bartoli, nuovo preparatore atletico del Padova, spiega: «Ci eravamo lasciati affidando ai giocatori compiti a casa e qualche raccomandazione. Giusto rilassarsi, ma sarebbe stato un peccato sciupare tutto il lavoro fatto da luglio in avanti: sono sicuro che li ritroveremo in buone condizioni». Ci sono due aspetti peculiari alla base della preparazione invernale che il gruppo biancoscudato che ha ricominciato ieri a lavorare: la lunga sosta del campionato e la guida tecnica da poco rinnovata. Colomba e il suo staff sono entrati da poco in contatto con i giocatori, se volessero puntare ad una preparazione differente da quella della gestione che li ha preceduti, questo non può che essere il momento migliore. leggi tutto…

Caduta accidentale e femore rotto per il “panzer” Gastone Zanon. In bocca al lupo per una pronta guarigione!

0
Caduta accidentale e femore rotto per il “panzer” Gastone Zanon. In bocca al lupo per una pronta guarigione!

(Mattino di Padova) Gastone Zanon, uno dei “panzer” del Padova di Nereo Rocco, è in ospedale, con il femore della gamba destra rotto. Una caduta accidentale, la mattina del 31 dicembre scorso, mentre camminava con un amico in via Vescovado, gli è costata una fine d’anno dolorosa, ricoverato nella Clinica Ortopedica del Policlinico cittadino, dove mercoledì 2 gennaio l’equipe diretta dal prof. Roberto Aldegheri lo ha operato. «Ho seguito tutte le fasi dell’intervento», ci ha raccontato ieri al telefono. leggi tutto…

Raimondi e la sua corsa monitorata in diretta su “Runtastic”

0
Raimondi e la sua corsa monitorata in diretta su “Runtastic”

PADOVA Ogni calciatore segue durante le vacanze un programma di lavoro personalizzato. Liberi di farlo come e dove preferiscono, i giocatori biancoscudati: ognuno per conto proprio, vicino a casa o nei luoghi di villeggiatura, l’importante è che si mantengano in forma. E se qualcuno volesse controllare che i piani siano rispettati, ecco la tecnologia venire in aiuto: così ha fatto ieri sera Andrea Raimondi, collegatosi a “Runtastic” con il suo telefono cellulare durante gli esercizi. Un’applicazione che non solo permette ai runners di monitorare percorso, tempo e velocità, ma che attraverso la tecnologia GPS del telefono crea una sorta di “percorso virtuale” online visualizzabile da chiunque. leggi tutto…

PadovaCalcio
01/01/1970

twitter

Trattative Acquisti/Cessioni

Sostieni il Blog

Instagram

Pubblicita’

Tutti i gol dell’andata

Diventa Fan su Facebook